Cicale!

{ Rovereto, 2013 }

Cicale è il titolo di un’opera prima, uscita in Italia nel 2012 per Topipittori. L’idea di farne una mostra ha preso forma nel corso del 2013, quando Marta Jorio ha cominciato a lavorare alla realizzazione di un manifesto dedicato a Trento Film Festival 62° e a frequentare con regolarità il Trentino e le sue montagne. Un giorno si è presentata con un dono: era la tavola di Gröningen Park. Questa mostra è per festeggiare l’amicizia di Marta Jorio verso la mia casa e per cantare le sue Cicale, una delle più avvincenti ed emozionanti biografie d’infanzia riunite nella collana “Gli anni in tasca graphics”.

Queste di Marta Jorio sono le immagini di una vita impressa a colori, figlia di arrivi e di partenze, a casa propria nei paesaggi di mare e di terra, teatro continuo nella difficile ricerca di chi sono gli altri e chi io. Dalle finestre ammiriamo panorami, ma possono volare oggetti e bestemmie, «Marooooonnnnaaaaaaaaaa». Alle tavole originali di Cicale l’autrice unisce qui sculture inedite, materiali provenienti dal suo ultimo viaggio in Messico, storie dirette dove eruttano i vulcani. Mentre la lingua batte sulle sillabe di una frase dell’autrice, che mai abbandona: «La libertà è una forma di disciplina».