La mia Valle. Vallagarina

{ Vallagarina, 2012 }
Immagine di Alicia Baladan per progetto La mia Valle.

Alicia Baladan vive in pianura. Trascorre la maggior parte del suo tempo a disegnare scenografie, realizzare albi illustrati, progettare copertine di libri. Il progetto La mia Valle l’ha portata in Vallagarina più volte nei mesi di maggio e giugno 2012, quasi sempre sotto la pioggia. Per orientarsi nel panorama e progettare questa carta geografica, si è lasciata guidare dalle acque del fiume Adige. Ne ha percorso da sud a nord gli argini. Ha esplorato in altezza le valli secondarie, su entrambi i versanti. Ha camminato ai piedi delle montagne. Ha fotografato campagne, portoni, borghi, notando che il colore dominante delle architetture e della natura di questo territorio è l’azzurro. Per questo la mappa è tinta in diversi punti con questa tonalità.

Sul retro della versione d’autore, uno spazio bianco invita gli alunni delle scuole che aderiscono al progetto a prendere le penne in pugno. Con parole e figure proprie, dalla posizione desiderata, durante e fuori dall’orario scolastico, prende forma un racconto collettivo in cui ciascuno afferma che questa è La mia Valle.

Appunti di Alicia Baladan durante la preparazione della mappa.
Appunti tratti dal quaderno degli schizzi di Alicia Baladan per La mia Valle.

Nel paesaggio che stiamo considerando, la Vallagarina, insieme alle montagne e al fiume Adige, ci sono presenze che marcano distintamente la visione di chi contempla e studia il panorama: edifici storici, corsi d’acqua, borghi, persone, animali, vegetazione. A queste presenze abbiamo pensato potesse corrispondere un progetto sulla lettura, dove fosse protagonista la comunità, in modo particolare i bambini e bambine della scuola primaria, con i loro pensieri, le loro visioni, le loro parole, le figure che hanno in mente. La mia Valle è un progetto commissionato dalla Comunità di Valle della Vallagarina, al quale hanno partecipato più di 270 bambini e bambine che studiano nelle scuole di Brentonico, Mori, Ronzo Chienis, Avio, Ala, Sabbionara, Volano, Calliano. Alicia Baladan ha incontrato le scuole e ha raccontato loro il metodo di indagine seguito nel corso delle sue ricerche all’aperto. I lavori si sono svolti nel corso dell’anno scolastico 2012-2013, secondo una serie di interventi distinti, che hanno coinvolto sia gli alunni sia le insegnanti. A fine anno scolastico, una mostra collettiva ha reso pubblici i risultati di questo impegno e ha invitato ciascuno a osservare che esistono molti modi per raccontare un medesimo punto geografico.

Appunti visivi di Alicia Baladan per La mia Valle.
Appunti di Alicia Baladan nel corso dei sopraluoghi sull’Altipiano di Brentonico.