Magnifici Altipiani Cimbri-Zimbar Hoachébene

{ Altipiani Cimbri, 2013 }

Il fotografo Luigi Ghirri ha sempre sostenuto che «l’atlante è il libro che ci permette di trovare dove abitiamo e dove vorremmo andare, seguendo dei segni sulla carta, come quando leggiamo». Con questo spirito è nato il progetto Magnifici Altipiani Cimbri-Zimbar Hoachébene: per trovare dove abitiamo e dove vorremmo andare, seguendo dei segni sulla carta, come quando leggiamo, confidando nei pensieri dei bambini che vivono qui. Nel paesaggio dei Magnifici Altipiani Cimbri, ci sono presenze che marcano distintamente la visione di chi contempla e studia il panorama: montagne, pendii, corsi d’acqua, strade, impianti di risalita, boschi, animali, abitanti. A questi elementi abbiamo pensato potessero corrispondere un progetto sulla lettura e una narrazione corale, dove fosse quel segmento vitale di comunità rappresentato da bambini e bambine della scuola primaria, con i loro pensieri e le loro visioni.

Marina Girardi è una fumettista nata tra le montagne bellunesi. Appena possibile, pedala in discesa, cammina in salita, canta con la chitarra in spalla. Vive a Bologna, dipinge in strada quasi ogni sabato con la sua bicicletta da pittrice. Gira l’Italia per fare Nomadisegni, un progetto di fumetto itinerante e uno spettacolo di cantastorie, per raccontare le storie nascoste dentro al paesaggio. Nel mese di luglio 2013 è giunta sugli Altipiani Cimbri. Per orientarsi nel panorama e progettare questa carta geografica, si è lasciata guidare da Fernando, Marco, Morena, Anna, Luigi, Andrea, Gianni. Sui suoi passi ha raccolto voci, incontrato animali, ascoltato silenzi, conosciuto persone e case. Ha usato un quaderno per fermare appunti, disegni, schizzi, e una macchina fotografica per fissare particolari importati, diventati i pezzi principali di questa mappa.

Magnifici Altipiani Cimbri-Zimbar Hoachébene è finanziato dalla Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri, nell’ambito dell’Accordo di programma tra l’Istituto Comprensivo di Folgaria Lavarone Luserna e la Comunità per l’Anno scolastico 2013-2014. Con l’artista Marina Girardi sono stati protagonisti i 74 bambini delle classi IV e V dell’Istituto Comprensivo, con le rispettive insegnanti. Dopo una fase di esplorazione e di studio del proprio territorio (che può durare giorni, settimane, mesi), lo spazio bianco della mappa è concepito per accogliere una panoramica composta da immagini e parole scelte a piacimento dai bambini.

Le insegnanti hanno dovuto frequentare un percorso di formazione specifico, tenuto nelle biblioteche di zona, che ha portato alla composizione di una bibliografia ragionata e all’organizzazione di una mostra bibliografica itinerante. A primavera Marina Girardi ha incontrato le classi, fornendo indicazioni essenziali su come completare i lavori. Nel mese di giugno, una mostra collettiva cui è stata invitata la comunità e alla quale hanno partecipato adulti e bambini degli Altipiani Cimbri, ha reso pubblici i risultati dell’attività in classe.