Quaderni pasubiani

{ Trento, 2013 }

La realizzazione di Quaderni Pasubiani ha potuto godere della supervisione scientifica di Marco Avanzini (geologo presso MuSe) e Anna Pisetti (Conservatrice Attività Didattiche presso Museo Storico Italiano della Guerra), che hanno accompagnato l’autrice in escursioni mirate, di carattere storico, botanico, geologico. Quaderni pasubiani è per raccontare il Monte Pasubio e le sue storie attraverso le immagini di illustratori e fumettisti contemporanei. Nell’estate 2013, Alicia Baladan, Marina Girardi e Rocco Lombardi hanno partecipato al programma residenziale Pasubiana. Piccola scuola di disegno in montagna, un’esperienza a quota 1825 slm, ospitata in Trentino durante il festival “Tra le rocce e il cielo” nel territorio di Trambileno e Vallarsa, con base presso il Rifugio “Vincenzo Lancia”. Da questa relazione con l’ambiente pasubiano, sono nati il quaderno Storie di piante rocce e animali di Alicia Baladan, Om Pasubio. Sentieri rifugi e mestieri di Marina Girardi, Om Pasubio. La guerra in montagna di Rocco Lombardi.

Alicia Baladan, Marina Girardi e Rocco Lombardi sono autori di città che interpretano il paesaggio della montagna, ciascuno secondo il proprio passo. Con i loro disegni, inauguriamo la serie Quaderni pasubiani, leporelli con e senza parole, adatti a lettori di tutte le età. La montagna e il paesaggio sono protagonisti del lavoro di Baladan, che riporta con le immagini le lancette del tempo all’epoca dei dinosauri e della flora preistorica. Girardi documenta le giornate dei pastori e dei gestori di un rifugio attraverso un numero cospicuo di schizzi e appunti scritti. Lombardi sceglie di disegnare la Grande Guerra, trasforma il Pasubio in Om Pasubio (Uomo Pasubio) e raccoglie schegge esplose di uomini non più uomini.

Nel corso del 2013 Quaderno pasubiani è diventato anche il titolo di una mostra documentaria ospite di Libreria Pangea (Padova) e di Spazio B**K (Milano), dove gli hanno autori hanno mostrato le tavole originali dei leporelli, skechtbooks, fotografie, video.