Giulia Mirandola

Le persone, i luoghi, i nomi anno per anno

L’impronta del mio lavoro ha la forma di molte persone, spazi, libri, età, immagini, cifre. Sono spesso punti separati tra loro, all’improvviso uniti, per merito di nuove relazioni istituite allo scopo di trasformare e innovare. Riconoscere la qualità del lavoro degli altri è un’azione che precede il gesto di lavorare per sé. Compiere il mio mestiere significa sapere perfettamente che non sono sola a partecipare all’opera. Per questo i nomi che leggerete sono da ricordare, anno per anno.